Enrica Castellar

Enrica Castellar

Mi sono laureata in farmacia in Italia e, successivamente, mi sono trasferita in Spagna per approfondire i miei studi e diplomarmi in naturopatia e riflessologia plantare.
Sono appassionata al mondo della salute da oltre 12 anni e, in particolare, nutro grande interesse per l'alimentazione, le piante medicinali, l'anatomia, il mondo farmaceutico e tutto quello che permette a una persona di esprimersi e sentirsi bene con se stessa.
Ho lavorato come farmacista e attualmente lavoro come naturopata e web editor in un centro di prodotti biologici, dove mi occupo di alimentazione sana, piante medicinali e cosmetica.
Durante questi anni, ho avuto la possibilità di praticare la riflessologa plantare su diversi pazienti e di organizzare e tenere alcuni discorsi riguardanti l'alimentazione e la fitoterapia.
Partecipo con frequenza a seminari, congressi o incontri organizzati da esperti del settore della medicina naturale e dell'alimentazione, al fine di approfondire importanti temi di salute e aggiornarmi continuamente.
Sperimento personalmente il mondo in cui credo e vorrei trasmetterlo attraverso questo blog.
Secondo il mio punto di vista, una buona alimentazione, uno stile di vita più sano e un miglior approccio con il mondo naturale sono la chiave giusta per vivere in salute.

Proprietà dell'avena

Ricca di fibra solubile (soprattutto la crusca e i fiocchi d'avena) e carboidrati, è altamente energetica e perfetta per affrontare elevati sforzi fisici e mentali.

Contiene elevate quantità di proteine, vitamine e minerali, tra cui il fosforo e il potassio.

Grazie all'alcaloide avenina, noto tranquillizzante, è utile in caso di ansia e stress.

Si consiglia nelle diete per perdere peso, combatte il colesterolo e controlla il livello di zucchero nel sangue.

Aiuta in caso di stitichezza, emorroidi, acidità gastrica, squilibrio della flora batterica intestinale, ulcere e colon irritabile.

In cosmesi ha azione emolliente e rinfrescante, dunque un buon rimedio in caso di scottature, psoriasi o eczema.

Come cucinare l'avena

I chicchi d'avena devono essere lasciati in ammollo per una notte intera prima di essere cucinati; la cottura richiede un tempo di 40-50 minuti in acqua bollente.

I fiocchi d'avena possono essere consumati direttamente ma anche cotti 10 minuti per preparare pappe o creme.

Inoltre i fiocchi d'avena e la farina servono per ispessire zuppe o creme.

Sempre più spesso si parla dell'importanza delle proteine vegetali e dell'assenza di proteine animali in diete come quella vegana o vegetariana.

Ma in cosa si differenziano realmente queste due classi di proteine e perché è importante saperle differenziare e introdurle nella nostra alimentazione? Cerchi un elenco delle proteine vegetali esistenti?

Dal mio personale punto di vista, in assenza di malattie o disturbi della salute, ognuno di noi è libero di scegliere di quali proteine alimentarsi, vegetali o animali che siano, ma rispettando certi criteri di qualità e quantità... scopri di cosa si tratta.

A cosa servono le proteine

Prima di tutto, ripassiamo insieme a cosa servono le proteine e perché è così importante introdurle nella nostra dieta:

- partecipano alla risposta del sistema immunitario

- si legano a specifiche sostanze, come l'emoglobina,  per facilitarne il trasporto nel corrente circolatorio

- formano parte della pelle, dei muscoli, degli ormoni, degli enzimi, del cervello, del fegato, etc.

- due proteine in particolare, actina e miosina, mediano la contrazione muscolare

Insomma, senza le proteine non potremmo vivere.

Nonostante questo, le proteine da assumere nella nostra alimentazione giornaliera non dovrebbero superare il 15% del totale, e in particolare dovrebbero essere un 5% di origine animale e un 10% di origine vegetale.

Ma quali sono gli alimenti che contengono proteine? Ne troviamo davvero una grande varietà: carne, pesce, uova, latte e derivati, legumi e derivati (come tofu e tempeh), seitan, cerali, frutta secca, semi (di zucca, di girasole, di lino, di sesamo,...), alghe, lievito di birra, polline, miele e pappa reale.

Proprietà del miglio

È un cereale ricco di fibra, proteine, lecitina e acidi grassi insaturi (buoni per la salute); essendo privo di glutine è adatto per le persone celiache.

Contiene, come tutti i cereali integrali, vitamine del gruppo B e molti minerali, soprattutto potassio, fosforo, ferro, silicio e magnesio.

Essendo ricco in carboidrati complessi, dona energia al corpo ed evita i picchi glicemici; in questo modo, aiuta a regolare il livello di zucchero nel sangue ed è quindi utile in caso di diabete e sovrappeso.

È un grande ricostituente, regola la flora intestinale ed è ottimo per i dolori mestruali e muscolari (per il suo contenuto in magnesio). 

Grazie alle vitamine del gruppo B, alla lecitina e agli acidi grassi insaturi, aiuta il corretto funzionamento del sistema nervoso ed è quindi consigliato in caso di stanchezza, depressione, stress, iperattività, eccessivo sforzo mentale (per esempio durante un esame) e deficit della memoria.

Conosciuto come "il cereale della bellezza" è ottimo per la salute della pelle, dei capelli e delle unghie.

Come cucinare il miglio

Il miglio è facile e rapido da cucinare, basta scaldare 2-3 bicchieri d'acqua con un po' di sale e, una volta che l'acqua bolle, aggiungere 1 bicchiere di miglio precedentemente lavato; si lascia cuocere 15 minuti, durante i quali il miglio assorbe l'acqua di cottura.

Ha un sapore neutro che ricorda il burro. Può essere utilizzato per ricette dolci e salate (crema per la colazione, crocchette, polpette o semplicemente accompagnato con verdure, carne o pesce).

Proprietà delle mandorle

Sono ricche di acidi grassi omega 3 (grassi buoni), vitamine A, E e B, calcio, magnesio, fosforo, potassio, fibre, proteine e antiossidanti.  

Sono consigliate in caso di osteoporosi, dolori mestruali, stitichezza, ritenzione idrica, ansia, insonnia.

Al contenere omega 3, magnesio e fosforo sono un perfetto alimento per il sistema nervoso.

Ottimi antitumorali, utili per mantenere una buona salute cardiovascolare e per abbassare il colesterolo.

Molto utilizzate sia per uso interno che per uso esterno (olio di mandorle) per migliorare l'aspetto della pelle, soprattutto in caso di pelli secche, arrossate o delicate e per la prevenzione delle smagliature e delle ragadi.

Oltre a contenere tutte queste proprietà, contengono anche molte calorie, per questo se ne consiglia un uso moderato: 5-15 g al giorno (circa due cucchiai).

La salute e il benessere articolare sono fondamentali per godere di una buona qualità di vita.

Quando si è giovani normalmente non si soffrono disturbi articolari ma, con l'avanzare dell'età o a causa di un'intensa attività fisica, inizia un normale deterioro dell'articolazione che può arrivare a creare dolore e incapacità nel movimento.

Per evitare tutto questo, è importante approfondire il tema e iniziare una prevenzione ai primi sintomi.

Oggi iniziamo ad approfondire un argomento delicato e allo stesso tempo ricercato. 

I consigli che sto per dare sono sia di tipo curativo che di tipo preventivo. Questo articolo potrà essere di grande aiuto per migliorare la tua salute e per acquisire buone abitudini alimentarie. PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE e, nel caso già ci fosse una malattia in atto, ricordati che l'alimentazione può svolgere davvero un ruolo vitale.

Al giorno d'oggi i tumori sono una delle maggiori cause di morte in tutto il mondo, purtroppo è un problema molto diffuso e giustamente trattato con terapie mediche. Quando mi ritrovo a parlare con un cliente affetto da tumore, finiamo sempre per parlare dell'alimentazione, un valido aiuto, a volte sottovalutato. È importante che tu sappia che in un piccolo orto si possono incontrare molte più sostanze antitumorali di quelle che immagini.

Come regola generale, più colori ci sono nel tuo piatto, più sostanze antitumorali stai assumendo! Sono composti chimici che prendono il nome di fitonutrienti e, quando li ingeriamo, agiscono come autentiche medicine che bloccano i meccanismi di produzione e propagazione delle cellule tumorali.

Ma di quali verdure sto parlando? Continua a leggere per scoprirlo e per imparare a cucinarle nel modo più corretto!

Tutti i giorni, nel centro dove lavoro, mi chiedono consigli su prodotti antinvecchiamento di cosmetica, fitoterapia, alimentazione...specificando che devono essere DAVVERO efficaci.

Ma cos'è l'invecchiamento? È giusto cercare di fermarlo? Ed è realmente possibile rallentare il passare degli anni? Oggi affronto con te questo tema delicato e molto importante...

L'invecchiamento è un processo naturale e irreversibile (non può essere invertito)... e SOPRATTUTTO non una malattia!
La durata della vita di ogni specie animale è programmata geneticamente, nel caso dell'uomo è prevista per 75-110 anni. Diciamo che madre natura ha deciso per noi, dandoci una "scadenza" e impedendoci di retrocedere con gli anni.
L'assunzione di prodotti antinvecchiamento è una cosa sana se quello che vogliamo ottenere è semplicemente un aiuto per il nostro corpo, ma non lo è quando diventa un'ossessione, un fattore semplicemente estetico, una malattia!

Ma vediamo come affrontare questo destino (ingiusto o meno) nel modo più sano possibile.

Normalmente, man mano che invecchiamo, accadono due fenomeni paralleli: una riduzione delle capacità fisiche e cognitive e un aumento di alcune malattie specifiche (osteoporosi, Alzheimer, Parkinson, cataratta, tumori...). Non sempre però deve andare così, questo dipende soprattutto da come una persona si è presa cura del proprio corpo nel corso della vita.

Non basta infatti dedicarci qualche anno, pensando di assumere qualche integratore alimentare o mangiando qualche verdura in più durante la settimana, il corpo accumula tossine, radicali liberi e cellule danneggiate ogni giorno e richiede quindi tempo e lavoro per incontrare un equilibrio salutare.

Scopriamo insieme come aiutarlo ad invecchiare meglio e inizia subito a prenderti più cura di lui!

Ti sei mai chiesto come poter essere più felice? Vorresti conoscere un rimedio facile e veloce per riuscirci?

Oggi voglio condividere una mia esperienza personale insieme a te! Volevo essere più felice e questo è quello che mi è successo...

Durante l'intero mese di Gennaio ho avuto un solo obiettivo nella mia testa: NON LAMENTARMI!

Negli ultimi mesi, avevo preso la brutta abitudine di farlo quotidianamente! Mi lamentavo per piccole cose...la clientela al lavoro, i colleghi, la società,... cose abbastanza comuni, ma il problema è che lo facevo ogni santo giorno! E questo non mi sembrava affatto un atteggiamento sano.

La perfezione non esiste, ci son sempre nuovi problemi che spuntano nella vita...ma perché non li accettavo piú? Cosa stavo sbagliando?

Proprietà dei carciofi

Contengono molta inulina (fibra), vitamine del gruppo B, ferro, magnesio, fosforo e potassio.

Il più importante principio attivo da essi contenuto è la cinarina, sostanza amara utile nei disturbi epatici e digestivi.

Sono coleretici (facilitano la produzione di bile) e colagoghi (facilitano lo svuotamento della cistifellea e quindi l'evacuazione della bile);

abbassano i livelli di colesterolo (espulsato insieme alla bile) e regolano i livelli di zucchero nel sangue (grazie all'inulina).

Sono diuretici, regolano l'equilibrio della flora intestinale, ottimi in caso di stitichezza.

Essendo potenti depurativi dell'organismo, sono consigliati in caso di reumatismi, artrosi e gotta.

Sconsigliati invece in caso di calcoli biliari e ostruzione del dotto biliare e in allattamento (per il sapore amaro).

Proprietà della zucca

È un alimento che contiene il 90% d'acqua, fibra, vitamina A, E e C, amminoacidi, minerali (tra cui fosforo, potassio, magnesio).

È lassante, diuretica, depurativa e antiossidante.

Favorisce la contrazione e il rilassamento muscolare, assicura la crescita di ossa sane, mantiene la pelle in salute, rallenta l'invecchiamento, migliora la digestione, elimina le tossine, aiuta in caso di insonnia.

È davvero importante per i casi di iperplasia prostatica benigna visto che contrasta l'eccessiva crescita della prostata e aiuta l'eliminazione dei liquidi grazie alla sua azione diuretica (elevato contenuto in potassio).

A questo scopo si utilizzano i semi di zucca (1 cucchiaio al giorno): aprire una zucca, tostare i suoi semi in forno a 180º per 15 minuti e conservarli in barattoli di vetro, pronti per essere mangiati.

Pagina 5 di 6