Artrosi e benessere delle articolazioni

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)

La salute e il benessere articolare sono fondamentali per godere di una buona qualità di vita.

Quando si è giovani normalmente non si soffrono disturbi articolari ma, con l'avanzare dell'età o a causa di un'intensa attività fisica, inizia un normale deterioro dell'articolazione che può arrivare a creare dolore e incapacità nel movimento.

Per evitare tutto questo, è importante approfondire il tema e iniziare una prevenzione ai primi sintomi.

Articolazioni: cosa sono e a cosa servono

Le articolazioni servono a unire tra loro le ossa e a permettere un certo movimento nel corpo. Alcuni esempi sono le articolazioni delle spalle, delle ginocchia, dei gomiti...fino ad arrivare a quelle più "nascoste" tra le ossa dei piedi, delle mani e delle anche.

Generalmente un'articolazione è costituita da una “capsula articolare” che contiene un liquido lubrificante (liquido sinoviale) e un tessuto (cartilagine articolare), entrambi essenziali per facilitare il movimento ed evitare lo sfregamento diretto tra le ossa.

Ora, senza dilungarmi troppo con nomi tecnici, ricordati semplicemente le sostanze più importanti per il benessere dell'articolazione (le rivedremo in seguito): condroitina, glucosamina, acido ialuronico e collagene. Sicuramente di alcune di queste hai già sentito parlare!

Tutte insieme servono a mantenere le proprietà elastiche, la corretta idratazione e la resistenza alla tensione dell'articolazione.

articolazioniI sintomi dell'artrosi

Si caratterizza per la perdita progressiva di cartilagine nell'articolazione. In condizioni normali questo non si verifica perché il corpo è in grado di rispondere e mantenere in salute l'articolazione, ma un trauma fisico, la mancanza di movimento, un'infiammazione acuta, un uso eccessivo (sport agonistici), l'invecchiamento, l'obesità,... possono rompere questo meccanismo e generare un problema.

In un primo momento si può perdere l'elasticità o l'idratazione dell'articolazione, in una seconda fase la cartilagine quasi scompare e lascia scoperto una parte dell'osso, infine si può arrivare a un vero e proprio sfregamento delle ossa dell'articolazione (che provoca molto dolore!), deformazione della parte interessata, irritazione della zona circostante e accumulazione di liquido sinoviale in eccesso (vedi immagine).

artrosi

Articolazione in salute - Articolazione in degrado

L'artrosi è una malattia cronica, purtroppo la cartilagine ha una capacità molto limitata di rigenerarsi e riparare i difetti causati dai processi degenerativi, ma con la giusta prevenzione si può rallentare il processo, ridurre il dolore ed evitare un'invalidità per la persona che ne soffre. Ha un'evoluzione molto lenta e normalmente si consiglia di iniziare la prevenzione articolare a partire dai 40-45 anni, soprattutto in caso di primi dolori.

Principali sintomi:

- Inizialmente dolore negli sforzi eccessivi, nello sport, al camminare, durante l'utilizzo ripetuto dell'articolazione.

- Con il passare del tempo, dolore e rigidità all'alzarsi dal letto la mattina...e miglioramento con il passare delle ore, quando il corpo si è “scaldato” ed è in attività.

- Dolore intenso e continuo (infiammazione cronica).

- Limitazione nei movimenti e deformazione delle articolazioni.

Rimedi naturali per l'artrosi e i dolori articolari

Esistono due tipi di approcci per trattare un problema dell'articolazione:

1. eliminazione dei sintomi con gli antinfiammatori (chimici o naturali) che riducono il dolore ma non agiscono direttamente sul problema (alcuni antinfiammatori chimici possono addirittura accelerare il processo di degradazione dell'articolazione).

2. rallentamento della degradazione e protezione dell'articolazione con sostanze che agiscono sul problema (sono più lenti nell'alleviare il dolore).

In questo articolo, voglio illustrarti la grande varietà di rimedi naturali che possono migliorare questo problema e insegnarti l'importanza dell'utilizzo contemporaneo di vari rimedi per poter ottenere un effetto completo sia sulla causa che sui sintomi (infiammazione, dolore,...).

Gli obiettivi che si devono raggiungere in questo caso sono due: protezione dell'articolazione e qualità di vita (riduzione del dolore e aumento del movimento).

Non spaventarti per la quantità di nomi e numeri presenti in questa lista, sono essenziali affinché tu possa conoscere le dosi consigliate e davvero efficaci.

Alla fine dell'articolo ti aiuterò con la scelta dei prodotti da acquistare e ti illustrerò un esempio generale e informativo di trattamento per 9 mesi utile a migliorare la salute delle articolazioni.

Nutrimenti per l'articolazione 

  • Solfato di condroitina: costituente principale della cartilagine che ne permette il nutrimento e la idratazione; assunto come integratore (di origine bovina o marina) stimola la rigenerazione della cartilagine danneggiata e riduce la degradazione. Per ottenere un buon effetto è consigliabile assumerla almeno 3 mesi di seguito e associarla con il solfato di glucosamina, un'altra sostanza che produciamo nel corpo e che è fondamentale per il benessere della cartilagine. Dose consigliata dai 400 ai 600 mg 2 o 3 volte al giorno (per un massimo di 1800 mg). Se di derivazione marina, non consigliato in caso di allergia ai crostacei.
  • cartilagine di squalo o di origine bovina (contiene condroitina e collagene, minerali tra cui il calcio e il fosforo), consigliata soprattutto in caso di artrosi avanzata. Dose consigliata dai 3 ai 9 g al giorno, lontano dai pasti.
  • collagene di tipo II idrolizzato (di origine animale o marino) migliora il dolore, aumenta la mobilità e riduce l'infiammazione e la degenerazione articolare. Dose consigliata dai 1000 ai 2000 mg al giorno, lontano dai pasti.

Esistono poi ulteriori nutrimenti che è possibile incontrare nelle formulazioni degli integratori alimentari e che servono per migliorare l'efficacia del prodotto: vitamina C (garantisce l'ottima salute del collagene), acido ialuronico (mantiene le proprietà lubrificanti e ammortizzanti dell'articolazione), MSM (ottimo in caso di artrite reumatoide perché capace di modulare il sistema immunitario), silicio (strettamente relazionato con la formazione di collagene in tutto il corpo).

Antinfiammatori naturali per l'artrosi e i dolori articolari

Esiste una grande varietà di antinfiammatori naturali che possono ridurre significativamente l'infiammazione a livello delle articolazioni; anche in questo caso bisogna assumerli per almeno un mese prima di ottenere risultati apprezzabili ma, associati con i nutrimenti prima descritti, garantiscono un effetto prolungato nel tempo.

Qui di seguito ti elenco i più utilizzati che hanno dimostrato ottimi risultati:

Omega-3 di tipo EPA, la dose consigliata è dai 750 ai 3000 mg (EPA+DHA) al giorno (non consigliato in caso di problemi di coagulazione del sangue o di malattie legate alle difese immunitarie).

Boswelia (Boswellia serrata), inibisce la 5-lipossigenasi come un vero farmaco, la dose consigliata è dai 200 ai 600 mg (estratto di resina standardizzato al 65% di acido boswelico) al giorno.

Curcuma (Curcuma longa), inibisce la 5-lipossigenasi e la COX2 come un vero farmaco e ha un effetto antiossidante, la dose consigliata è dai 300 ai 2000 mg (estratto di radice standardizzato per apportare un 90% di curcuminoidi) al giorno.

Bromelina (si estrae dall'ananas), importante antinfiammatorio dei tessuti molli come le articolazioni, la dose consigliata è dai 100 ai 500 mg tre volte al giorno, lontano dai pasti.

(In caso di assunzione di farmaci anticoagulanti e antiaggreganti consultare il medico)

Analgesici naturali per l'artrosi e i dolori articolari

In caso di dolore eccessivo, puoi aiutarti con un antidolorifico naturale (per intenderci, nella medicina classica prenderesti un Paracetamolo®), la cui azione è semplicemente quella di ridurre il fastidioso sintomo al più presto per concederti un po' di pace.

Anche in natura questo è possibile utilizzando:

Luppolo (Humulus lupulus L.), dose consigliata dai 200 ai 1200 mg al giorno (estratto di luppolo standardizzato all'80% in Alfa e Iso-alfa acidi).

Vitamine del gruppo B (B1, B6, B12), la dose consigliata è di 1 o 2 capsule al giorno di gruppo B "50".

Artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens), dose consigliata dai 500 ai 1000 mg al giorno (estratto della radice standardizzato al 5% in arpagosidi), in modo da apportare dai 25 ai 50 mg di arpagosidi al giorno. Sempre meglio assumerlo con i pasti, essendo un tonico amaro.

Salice bianco (Salix alba), precursore dell'Aspirina®, dose consigliata dai 100 ai 200 mg (di estratto secco di corteccia) al giorno.

Cura naturale per l'artrosi e i dolori articolari (9 mesi di trattamento naturale)

PRIMI 3 MESI:

  • Glucosamina + condroitina solfato + MSM
  • curcuma
  • artiglio del diavolo

CONDROITINA-GLUCOSAMINA-
MSM-VITAMINA C 

ergycartil plus

CURCUMAturmeric solgar ARTIGLIO DEL DIAVOLOArtiglio del diavolo
 compra su amazon
compra su amazon compra su amazon

DAL 4° AL 6° MESE

  • Glucosamina + condroitina solfato + MSM
  • OMEGA 3
  • artiglio del diavolo

CONDROITINA-GLUCOSAMINA-
MSM-VITAMINA C 

ergycartil plus

 

OMEGA 3

ergy 3

ARTIGLIO DEL DIAVOLOArtiglio del diavolo
 compra su amazon
compra su amazon compra su amazon

DAL 7° AL 9° MESE

  • collagene di tipo II idrolizzato + acido ialuronico + vitamina C
  • gruppo B "50"

COLLAGENE IDROLIZZATO DI TIPO II-
CRONDROITINA-
ACIDO IALURONICO-VITAMINA C 

collagene

VITAMINE GRUPPO Bb complex
compra su amazon compra su amazon

Alimentazione consigliata per l'artrosi e i dolori articolari

Non dimenticare infine l'importanza di una buona alimentazione "anti artrosi". Per saperne di più, ti consiglio di guardare questo interessante video, dove potrai scoprire quali sono i cibi sconsigliati, quelli consigliati, le bevande giuste, i super alimenti e tanto altro ancora.

 libro artrosi
 compra su amazon

Grazie per aver letto questo articolo

Letto 1972 volte Ultima modifica il Giovedì, 05 Gennaio 2017 13:47
Enrica Castellar

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

4 commenti

  • Link al commento Alessandra Lunedì, 18 Aprile 2016 06:03 inviato da Alessandra

    Un articolo dettagliato e molto utile, approfondito anche dal video. Grazie a Enrica e Dieta 10 per questi preziosi consigli!

  • Link al commento Enrica Castellar Domenica, 17 Aprile 2016 16:42 inviato da Enrica Castellar

    grazie per i vostri commenti positivi

  • Link al commento Elena Domenica, 17 Aprile 2016 14:14 inviato da Elena

    Bello l'articolo e anche interessante il video

  • Link al commento Enrica Giovedì, 10 Marzo 2016 21:18 inviato da Enrica

    Bellissimo articolo e video molto interessante

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.