Depurare il fegato

Scritto da
Vota questo articolo
(7 Voti)
Contenuti[Nascondi]

Hai mai pensato di depurare il tuo corpo? Magari dopo un cambio di stagione, in seguito alle varie abbuffate del periodo natalizio o semplicemente per iniziare una nuova tappa della tua vita?

Pensa che la depurazione dell'organismo è un'attività antica che si realizzava durante ogni cambio di stagione! Attualmente quasi non ci pensiamo, eppure siamo circondati da tossine che entrano nel nostro corpo attraverso l'alimentazione e la respirazione, si propagano nei tessuti per mezzo del sangue e arrivano in tutte le nostre cellule.

Il nostro corpo ha bisogno di ossigeno, alimenti e liquidi per realizzare correttamente le numerose funzioni che svolge, però non dobbiamo dimenticare che anche l'espulsione di alcune sostanze è di fondamentale importanza per ottenere il benessere fisico. Tutte queste tossine non fanno altro che rallentare il nostro organismo, sporcare le nostre cellule, danneggiare i nostri organi!

Ma quali sono i benefici che in pratica potrai notare eseguendo una depurazione?

Tra i più importanti troviamo:

  • Dimagrimento

  • Pelle e capelli più sani (consigliato in caso di acne)

  • Maggiore energia e vitalità

  • Migliore qualità del sonno

  • Sistema immunitario rinforzato

  • Migliora la funzione intestinale
  • Riduzione della cellulite e della ritenzione idrica

  • Riduzione dei livelli di colesterolo e trigliceridi
  • Mente più lucida

  • Consigliato in sindrome premestruale, emicrania, problemi digestivi, gonfiori intestinali, stitichezza, stanchezza primaverile, ansia, depressione.

Scopri allora come depurarti e come è facile sentirti meglio!

L'importanza del fegato

Il fegato è la ghiandola più grande dell'organismo ed è un organo di vitale importanza quanto il cuore. La prima via attraverso la quale il nostro corpo elimina le tossine è proprio quella epatica: questa via disintossica e pulisce il tuo corpo continuamente, filtrando le tossine che entrano nel sangue attraverso l'apparato digestivo, la pelle e il sistema respiratorio.

Il fegato è anche il responsabile della produzione della bile, sostanza necessaria per la decomposizione e assimilazione dei grassi e delle proteine e per l'eliminazione dei residui tossici: derivati delle proteine animali, metalli pesanti, farmaci, pesticidi, ormoni contenuti negli alimenti, gas e particelle dell'aria inquinata, sostanze prodotte durante le reazioni enzimatiche dal tuo stesso corpo, etc.

Mille sistemi enzimatici, responsabili del buon funzionamento di tutto l'organismo, vengono costruiti proprio nel fegato: se quest'ultimo si danneggia, si assiste a un deterioro nella funzione generale del corpo e a uno stress metabolico importante. Senza un buon funzionamento del fegato, il corpo è incapace di "pulirsi" e assorbire i nutrimenti necessari.

Per questo, quando questa ghiandola inizia a lavorare in eccesso (a causa dello stress o di un aumento di tossine) tutto il sistema di depurazione può perdere l'equilibrio e quindi l'efficacia. Per questo puoi notare una sensazione di stanchezza, nausea, stitichezza, gonfiore, mal di testa, dolori mestruali e tanto altro ancora.

fegato

Dieta depurativa per il fegato

Una dieta depurativa non consiste solo in una dieta da seguire tre settimane all’anno, in realtà fa parte anche della base di un’alimentazione più sana.

Per il corretto funzionamento del fegato ti consiglio 10 alimenti che non possono mancare nella tua dieta!

1. aglio: contiene composti solforati che attivano enzimi epatici responsabili della eliminazione di tossine.

2. cipolla: contiene allicina e selenio che proteggono il fegato e lo aiutano nelle sue funzioni.

3. pompelmo/limone: ricco in vitamina C e antiossidanti, essenziali per la depurazione del fegato.

4. tè verde: ricco in catechine, antiossidanti che aiutano la funzione del fegato, in particolare nell'eliminazione dei grassi epatici.

5. tra le verdure più consigliate troviamo i cavoli (e famiglia) e quelle ricche di antiossidanti (vedi articolo "Le verdure antitumorali"). 

6. verdure con foglie verdi (rucola, spinaci, cicoria,...): contengono componenti depurativi, come la clorofilla, che neutralizzano i metalli pesanti, eliminano pesticidi, stimolano la formazione della bile.

7. noce: ricca in L-arginina, glutatione, acidi grassi omega 3, che aiutano a disintossicare il fegato.

8. curcuma: protegge il fegato dai danni delle tossine e aiuta la rigenerazione delle cellule epatiche.

9. avocado: aumenta il potere depurativo del fegato e lo protegge dal danno provocato da un eccesso di tossine.

10. lecitina di soia: contiene acidi grassi mono e polinsaturi che facilitano la eliminazione del colesterolo e la fosfatidilcolina, che riduce il riassorbimento intestinale del colesterolo e forma parte della membrana cellulare del colesterolo buono (HDL).

Non dimenticare inoltre  di abbinare nelle tue ricette le verdure con i cereali integrali (orzoquinoa, miglio, grano saraceno, riso integrale, etc.)Nella sezione "Ricette sane" troverai inoltre tante ricette utili per preparare i tuoi piatti a base di cereali, carciofi, zucca, spinaci, carote, cavoli,... Vai a http://www.dieta10.it/ricette-facili-sane.html

Bevi tanti liquidi: 1 L 1/2 o 2 L al giorno sono fondamentali per una cura depurativa! Suddividi questa grande quantità tra acqua, succhi di frutta senza zuccheri aggiunti, infusioni, zuppe o minestre, latte vegetale, té, ecc.

Fai il pieno di acidi grassi polinsaturi (Omega 3 e Omega 6) poiché riducono il colesterolo cattivo LDL e aumentano il buono HDL; cerca gli omega 3 nel pesce azzurro e nei semi di lino e gli omega 6 nell'olio di semi come il girasole e nella borragine, nel germe di grano, nell'olio extra vergine d'oliva.

Assolutamente proibiti i cibi fritti, le bibite, l'alcool, le salse, il burro, la carne rossa, l'uovo, i dolci, lo zucchero, i cibi preparati industrialmente, i frutti tropicali, il latte, la panna, il caffè e la cioccolata.

Non saltare nessuno dei tre pasti principali e cerca di mantenere sempre lo stesso orario per la colazione, il pranzo e la cena.

La depurazione può durare da un minimo di tre giorni a un massimo di 21 giorni, io consiglio almeno 10-14 giorni. Ti consiglio di iniziarla un giorno rilassante, un sabato per esempio, un giorno libero da stress e distrazioni in cui potrai pensare davvero solo a te stesso.

I primi giorni sono quelli in cui noterai maggiormente i sintomi della disintossicazione, potrai sperimentare sensazioni come mal di testa, stanchezza, maggior necessità di orinare o defecare, sudore, apparizione di eruzioni cutanee, nausea, cattivi odori ...questa è quella che viene chiamata la "danza delle tossine", è una cosa del tutto normale e significa ti stai depurando!

Depura anche con minerali, vitamine e piante medicinali  

Affinché il tuo fegato possa lavorare nei migliori dei modi, non devono mancare i giusti minerali (magnesio, calcio, selenio, zinco, ferro), vitamine (B, C, E) e amminoacidi (colina, L-glutatione, L-metionina, taurina,...) in sufficienti quantità; essi infatti agiscono come cofattori, ovvero permettono la buona riuscita delle innumerevoli reazioni chimiche che controllano il corpo, quindi sono essenziali per il corretto funzionamento del fegato.

L'ideale è associare un buon multivitaminico di qualità alla tua dieta, da assumere almeno per tutto il periodo della depurazione.

Esistono inoltre molte piante medicinali che possono aiutare, proteggere e allo stesso tempo stimolare il tuo fegato all'eliminazione delle tossine. Tra le più importanti ricordo:

Cardo Mariano (Silybum marianum) foto, Carciofo (Cynara scolimus), Boldo (Peumus boldus), Ortica (Urtica dioica), Bardana (Arctium lapa), Tarassaco (Taraxacum officinale), Fumaria (Fumaria officinalis), Zenzero (Zingiber officinale), Curcuma (Curcuma longa), Tè verde (Camellia sinensis).

cardo mariano

Puoi assumere queste piante come infusioni, compresse o estratti liquidi, come singole piante o in associazione tra loro.

In alternativa, sono ottime le tisane fatte in casa utilizzando una miscela di piante depurative, meglio se preparata da un esperto erborista; la tisana si prepara lasciando in infusione per 10 minuti un cucchiaino della miscela in una tazza d'acqua calda; l'ideale è bere una tazza a digiuno, una prima del pranzo e una prima della cena. 

Infine puoi aiutarti con l'assunzione dei superfoods ("supercibi") come la spirulina, la clorella o l'erba di grano, ricchi in clorofilla dal potente effetto depurativo; sono polveri che apportano in piccole dosi elevate quantità di sostanze utili per la salute, puoi mischiarle (di solito 1 o 2 cucchiaini al giorno) con latte vegetale, succhi e zuppe o puoi utilizzarle per condire i tuoi piatti a fine cottura.

Prodotti acquistabili per depurare

CARDO MARIANO, TARASSACO
E CURCUMA

Fitoepa

ERBA DI GRANO BIO

erba di grano

POLVERE DI CLORELLA BIO

clorella

compra su amazon  compra su amazon compra su amazon

Un giorno completo di depurazione (esempio pratico)

  • Appena alzato, assumi il prodotto a base di piante medicinali scelto per depurare (compressa, gocce, sciroppo,...) o bevi una tazza dell'infusione scelta. Lascia passare dai 15 minuti a un'ora prima di fare colazione (più tempo passerà più risponderà il tuo corpo alla depurazione).
  • Fai colazione con prodotti naturali e semplici: pane integrale o gallette di riso integrale (o altro cereale) con marmellata senza zuccheri aggiunti o crema di noci (o di mandorla, di sesamo) da spalmare; frutta secca (mandorle, noci, semi di zucca) o frutta fresca (mela, kiwi, pera, pompelmo, avocado), cereali integrali o crusca da aggiungere al latte vegetale, tè verde. Se senti la necessità di aggiungere lo zucchero, ti consiglio di utilizzare i dolcificanti (vedi articolo: "Zucchero bianco e condimenti").
  • Prosegui la tua giornata evitando il più possibile lo stress e liberando le tue emozioni (nella medicina cinese il fegato è l'organo che soffre maggiormente a causa delle emozioni represse).
  • Per gli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio mangia un pugno di frutta secca (solo uno al giorno in totale), un frutto, dei grissini integrali, uno yogurt vegetale, delle gallette di cereali integrali.
  • Prima del pranzo bevi un'altra tazza dell'infusione (puoi preparare già le tre tazze direttamente la sera prima e mettere l'infusione in un thermos, in caso tu non abbia la possibilità di preparartela sempre fresca. L'importante è che tu la beva entro le 24 ore del giorno). Eventualmente, ripetere l'assunzione del prodotto a base di piante medicinali (compressa, gocce, sciroppo,...) secondo le istruzioni dell'etichetta.

Esempio di pranzo depurativo: 80g di pasta integrale o altro cereale integrale (quinoa, cuscus, riso...) con verdure (scegli tra spinaci, carciofi, coste, sedano, porri, carote, broccoli, zucchine, cipolle, aglio, zucca....) e insalata (con rucola, pomodoro, cipolla, cetrioli o ravanelli) accompagnata da gallette di cereali integrali. Ricordati di condire con olio extra vergine d'oliva (o un altro olio di buona qualità), limone, spezie come la curcuma (con un pizzico di pepe nero) o lo zenzero (un cucchiaio al giorno in totale di curcuma o di zenzero).

  • Durante il giorno bevi almeno 1-2 L d'acqua.
  • Prima di cena bevi un'altra tazza dell'infusione. Eventualmente, ripetere l'assunzione del prodotto a base di piante medicinali (compressa, gocce, sciroppo,...) secondo le istruzioni dell'etichetta.

Esempio di cena depurativa: 2 mestoli di zuppa di verdure (vedi sezione: "Ricette sane") e un piatto con pesce azzurro (sardine, salmone, tonno...) o carne bianca (pollo, tacchino, coniglio) o legumi (ceci, lenticchie, fagioli) con patate bollite (o altra verdura) condite con un filo d'olio di buona qualità.

Nel caso tu abbia deciso di assumere un multivitaminico assumilo una volta al giorno secondo l'indicazione della confezione; e nel caso dei superfoods aggiungili nella tua alimentazione giornaliera nel modo per te più appropriato (come condimento, sciolto nel latte vegetale o aggiunto a fine cottura nella zuppa).

La depurazione epatica è sconsigliata in caso di gravidanza e allattamento. In caso di problemi epatici, come presenza di calcoli nel fegato o nella cistifellea, consultare il medico prima di qualsiasi depurazione.

Grazie per aver letto questo articolo 

Letto 1147 volte Ultima modifica il Giovedì, 12 Gennaio 2017 09:52
Enrica Castellar

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.